Home » AFFITTA IL CASTELLO

AFFITTA IL CASTELLO

Corpo principale castello

Il complesso castellano è formato da vari edifici: un palazzo principale, circondato da edifici che un tempo fungevano da realtà artigianali, amministrative e agricole. Per questo, a seconda del tipo di festeggiamento, possono essere affittati i seguenti spazi:

a) per eventi più importanti e con un maggior numero di ospiti:

Il corpo principale del castello, oppure

La cancelleria

Il castello affitta solo gli spazi senza servizi, per cui per quanto concerne il mangiare occorre farsi seguire da un bravo catering che conosce il castello. 

Per ulteriori informazioni scrivere a matrimoni@castellodistrassoldo.it

b) per eventi più piccoli e informali e un massimo di 50 persone:

Il pianoterra della Pileria del riso

In quest’ultimo caso potete scrivere a ladicesareventi@gmail.com – Claudia e Filippo saranno lieti di seguirvi per tutte le vostre esigenze. 

Il castello di Strassoldo di Sopra. Fotografo: Gianni D’Affara. Committente e proprietà Gabriella Williams di Strassoldo

IMG_8564

Interni corpo principale castello

Il complesso castellano

Cuore di un antico borgo medievale, il Castello è circondato da giardini secolari, solcati da cristallini corsi d’acque di risorgiva.

Qui, la storia non si è mai interrotta, il maniero infatti è da sempre abitato dalla stessa famiglia che lo fece edificare più di mille anni fa, cioè i conti del SRI di *Strassoldo-Graffemberg. Le usanze, le conoscenze e le testimonianze storiche verbali e scritte vissute da componenti della famiglia sono state trasmesse direttamente e senza contaminazioni da una generazione all’altra, dando vita al particolare fascino che aleggia tra le antiche mura strassoldine.

Vista peschiera dal parco

Vista peschiera dal parco

Vista peschiera dal parco
4ParkStairs2A04_300dpi

Terrazzo sul parco

Il palazzo principale del castello è arredato con mobili antichi e quadri d’antenati.

Al piano terra c’è una magnificae cucina vecchia, la sala d’ingresso dalla quale si accede al parco secolare, il salotto del viceré, la sala della guardia e la cantina della torre.

Al primo piano ci sono il salone degli imperatori, la sala della stemma, la sala dello specchio e la sala del governatore.

Il parco è seguito personalmente dalla proprietaria. Una ventina di anni fa era piuttosto rovinato e spoglio, ma oggi è tornato a essere ricco di alberi secolari sani, arbusti e fiori. Il momento migliore visitare i giardini è da aprile a fine ottobre, quando è possibile ammirare le fioriture di diversi tipi di bulbacee, piante particolari, erbacee, rose antiche e inglesi. Alcune piante sbocciano anche in inverno, come le camelie e gli ellebori. A causa del grave problema del cambiamento climatico, sono state inserite anche diverse piante che resistono alla siccità. Nella distesa verde fanno bella mostra si sé un’imponente “orangérie” e un pozzo di epoca barocca, periodo in cui entrambi i castelli di Strassoldo (di Sopra e di Sotto) furono realizzati.

Tra i vari edifici del borgo vecchio del castello di Strassoldo di Sopra c’è l’antica Cancelleria, dove aveva lo studio il notaio Ettore Strassoldo, che redasse l’atto per la costruzione della vicina fortezza di Palmanova, che fu firmato dai provveditori veneti nel 1593. Al pianoterra, questo edificio dispone di 3 grandi saloni comunicanti disposti a cannocchiale, con un pavimento colore cotto. La struttura ha un bellissimo giardino (chiamato anche brolo) circondato da corsi d’acqua di risorgiva. Essendo più rurale rispetto al corpo principale del castello è adatto a matrimoni più informali. 

Un altro edificio molto suggestivo, che è stato completamente restaurato nel 2009, è la Pileria del riso, che dispone di un ampio pianoterra che si può affittare occasionalmente per piccoli eventi. Questa costruzione funge da casa vacanza da aprile a ottobre.

IMG_1356_Low

Cancelleria

NotaFino a pochi anni fa il castello e i giardini erano in pessime condizioni di conservazione e l’attuale proprietaria e sua madre hanno dedicato la vita, tra mille difficoltà, al restauro e al ripristino di questa realtà storica importante la cui valorizzazione porta vantaggi a largo raggio per tutto il territorio.